Help follicolite!

Alcuni consigli salva-pelle per la fastidiosa follicolite post-depilazione, a cura della ormai sempre più mitica pellologa Riky!

------- Riky, giugno 2006 -------

  Quando c'è una infiammazione della pelle - quindi rossore, quindi fastidio, magari dolore, forse prurito o bruciore, la PRIMA cosa da fare, in assenza di diagnosi, NON E' intervenire con un principio attivo (quello lo si usa solo a diagnosi confermata), bensì CALMARE la pelle, sedare l'infiammazione.

    Nel caso delle follicoliti post depilazione (e il silk epil è catastrofico in questo senso, per non parlare delle iperpigmentazioni post-infiammatorie che crea, specie nei mesi estivi, se utilizzato prima dell'esposizione al sole...) basta usare un po' di pasta all'acqua (di cui ho parlato tantissimo: la pasta all'acqua è un composto che viene preparato dal farmacista, si deve presentare come una pasta, appunto, liscia e omogenea e bianchissima, non granulosa, composta in anagrammi (stessa quantità) di GATO - ovvero Glicerina, Acqua distillata, Talco veneto e Ossido di zinco).

    La pasta all'acqua NON è un idratante, anzi tende ad asciguare la pelle, per questo può essere utilizzato anche su lesioni essudanti. E' lenitiva e cicatrizzante, e soprattutto, poichè non contiene principi attivi , NON VA a mascherare la lesione, nè a fare pasticci se applicata aanche in assenza di diagnosi.

    In alternativa alla pasta all'acqua potete usare una crema (in questo caso è presente anche una componente lipidica) per bebè, come la Baby Weleda alla calendula, oppure non sarà eco ma è efficacee, la semplicissima e vaselinosa pasta fissan.

Fase due - in caso di follicoliti. Se c'è pus giallo, occorre la crema antibiotica. Se non siete allergiche, è efficace il Tea tree oil, puro (puzzicchia ma la puzza se ne va), da applicare un paio di volte al giorno, per due-tre giorni.

Dopodichè, passare al gel aloe puro 100%, applicato in buona quantità anche 2-3 volte al giorno.

    I vari salicilici, glicolici, urea et company, servono per prevenire che i peli si incarniscano (causando minuscoli <granulomi da corpo estraneo>, dove il corpo estraneo è il pelo che rientra o che non ce la fa ad uscire perchè bloccato dalla cheratina).
Quindi, ottime (anche in zona inguinale), anche le creme all'urea 10-20-30%, o salicilico 2-5%, o glicolico 10-15-20 % - peraaltro, anche in italia è vendutissimo, regolarmente in farmacia, il glicolico al 30%.
Queste vanno usate 1- 2 volte al giorno, in piccola quaantità e ben massaggiate, circa 1 settimaana dopo la depilazione, fino a tre-quattro giorni prima della depilazione precedente.
Naturalmente, poichè si tratta di sostanze che levigano la pelle e riducono lo spessopre del corneo, se andate al sole dovete usare PROTEZIONI ALTE!

Il metodo migliore per depilarsi:

Ascelle: solo esclusivamente rasoio manuale o elettrico.
Inguine: ceretta ben fatta, alternata al rasoio manuale o elettrico. Mai mai mai depilazione in piena follicolite. Subito dopo depilazione impacchi di gel d'aloe.

    Una delle cose più terrificanti per la follicolite: elastici degli slip. Per cui rifornirsi di coulotte di cotone. Mai slip di notte!!!!!
Sulle follicoliti, quando ci sono grosse infiammazioni: occludere con un cerotto (i compeed piccoli sono ideali) e tenerlo il più a lingo possibile (anche una settimana, cambiandolo quando salta via).