Vietato Zinc Oxide in prodotti che possono essere inalati

Questa sostanza, da sempre a pallino giallo, dalla settimana prossima diventa a pallino quasi arancione ) (in realtà rimane giallo perché per certi usi va bene, in altri no!)

Cosa succede? Semplicemente che la inalazione di ossido di zinco presenta dei problemi seri e quindi la UE ne proibisce l'uso nei cosmetici che possono venire inalati. L'esempio classico è la cipria che può essere inalata con facilità.

Il regolamento che sancisce l'impossibilità di immettere sul mercato prodotti inalabili con ossido di zinco è il N° 2017/1413 e dispone che: “Da non usare nelle applicazioni che possano comportare un'esposizione dei polmoni dell'utilizzatore finale per inalazione.”.

Adesso, al momento dell'acquisto sapete che in una cipria non ci deve essere “Zinc oxide”. Il regolamento entra in vigore il 24 Febbraio 2018.

 

 nel 2015 il Comitato Scientifico per la Sicurezza dei Consumatori ha lanciato una consultazione pubblica in modo che chi avesse qualcosa da dire lo dicesse.

- non è successo nulla e quindi gli studi che attestavano “Infiammazioni polmonari” da ossido di zinco non sono state smentite, neanche minimamente.

- l'UE allora ha cominciato il suo percorso per mettere fuori legge la sostanza per determinate applicazioni. Regolamento pubblicato nel 2017 ed in applicazione definitiva dal 24 febbraio 2018.

Riferiment:

* ADDENDUM to the OPINION SCCS/1489/12 on Zinc oxide (nano form) COLIPA S76
* SCCNFP/0649/03, final THE SCIENTIFIC COMMITTEE ON COSMETIC PRODUCTS AND NON-FOOD PRODUCTS
INTENDED FOR CONSUMERS OPINION CONCERNING
ZINC OXIDE COLIPA n°S 76
* REGOLAMENTO (UE) 2016/621 DELLA COMMISSIONE del 21 aprile 2016 che modifica l'allegato VI del regolamento (CE) n. 1223/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio sui prodotti cosmetici
* COMMISSION STAFF WORKING PAPER
Types and uses of nanomaterials, including safety aspects
Accompanying the Communication from the Commission to the European Parliament, the Council and the European Economic and Social Committee on the Second Regulatory Review on Nanomaterials {COM(2012) 572 final}

 

 

 

 

 

Ciao

Fabrizio