COME RICONOSCERE UN SAPONE


Non sempre tutto quello che è in panetto solido, nonostante lo chiamiamo "sapone" lo è davvero.

Partiamo da dire cos'è il sapone: è il prodotto di una reazione chimica, in cui si mettono insieme grassi di vario genere, sempre naturali, e una base forte.
Di solito si usa la soda caustica: da questa si ottiene un sapone solido, più o meno duro  a seconda dell'olio di partenza. Se si usa la potassa il sapone viene molle, e si può diluire in acqua (cosa che coi saponi saponificati con soda non è fattibile, perchè tende a gelificare senza mai risultare liquido).

Il pH del sapone è sempre basico
, quindi tecnicamente non sarebbe adatto alla pelle. Ma considerando che comunque a contatto coi sali dell'acqua risulta non troppo sgrassante, e che la pelle dopo il risciacquo tampona questo sballo di pH abbastanza velocemente, si può usare senza problemi.

come riconoscerlo?


in inci troveremo SODIUM + nome dell'olio o del grasso che finisce in -ATE

quindi:

sodium olivate
: sapone da olio di oliva;
sodium palmate: da olio di palma;
sodium palm kernelate: da olio di palmisto;
sodium cocoate: da olio di cocco
sodium tallowate: da sego bovino

Se cercate il vero aleppo, deve essere sodium olivate + laurus nobilis, oppure olea europaea, laurus nobilis, sodium hydroxyde.
Se cercate il vero marsiglia, non ci deve essere sodium tallowate, ma sodium olivate e al limite sodium cocoate.
Se cercate il vero marsiglia liquido, sarà potassium olivate, aqua e pochi altri ingredienti.

Il sapone ha anche bisogno di un sequestrante che ne impedisca l'irrancidimento; di solito viene usato l'inquinante tetrasodium EDTA, preferite il disodium etidronate che è approvato da EcoBioControl.

Se il produttore ha fatto da sè il sapone, metterà in inci il nome dell'olio in latino + sodium hydroxide (es: olea europaea, sodium hydroxyde); se il produttore ha comprato pasta di sapone pronta da un saponificio, metterà il nome del sapone (es: sodium olivate) --> RETTIFICA Barbara3: in realtà entrambe le diciture sono permesse, quindi se trovate in inci "sodium olivate" non significa necessariamente che il produttore abbia comprato pasta di sapone già pronta, ma può anche voler dire che ha preferito indicare la sostanza presente nel sapone al momento della vendita, e non al momento della preparazione. Grazie a Luigi de LaSaponaria per aver corretto l'affermazione :)

N.B.: Quando in mezzo al vostro panetto ci sono anche sodium lauryl sulfate, cocamide DEA o similari la cosa non è più un sapone, ma un syndet (detergente sintetico). Ha pH compatibile con la pelle, ma risulta molto più aggressivo e sgrassante, quindi sarebbe meglio evitarlo.