PROPYLENE GLYCOL

pozzo petrolifero Funzione: umettante  solvente Semaforo: pallino rosso Di totale derivazione petrolifera.
E’ un ottimo solvente e riesce ad estrarre moltissimi principi attivi presenti nelle piante. La quantità di PA estratta è talmente alta che non è neppure confrontabile, ad esempio, con lo stesso estratto che utilizzi glicerina (che sarebbe piu’ ecocompatibile ma meno efficace!). Gli unici estratti paragonabili sono gli estratti secchi e le tinture madri.
Ha un potere solvente straordinario e quindi viene usata moltissimo per fare degli estratti d'erbe.
Possiede una buona biodegradabilità. Ma occorre anche considerare l'effetto negativo sulla pelle: il glicole è un ottimo solvente e quindi "solubilizza" anche i grassi fisiologici della epidermide, cosa non ottimale.

La grande diffusione dunque dipende da questo ed anche dal fatto, non secondario, del costo del glicole che è molto basso. La maggior parte degli oli essenziali è allungata con glicole propilenico. Il glicole propilenico è una sostanza sintetica che non esiste in natura. Il fatto è che che costa pochissimo e che si nasconde molto bene in un olio essenziale.

L'estrazione di alcuni oli essenziali ha un costo notevolissimo anche di migliaia di euro al chilogrammo. E questo non solo è per la parte estrattiva vera e propria ma perché molte piante contengono pochissimo olio essenziale e quindi occorre lavorarne delle masse enormi.

Come si spiega che questi oli essenziali si trovino sul mercato a decine di euro se non pensando che sono stati allungati?