Mani e piedi perfetti

Barbara Righini, La Rete, Anno II n. 5(17) - Marzo 2006


Le mani sono sempre in evidenza e parlano per noi, mentre i piedi tra poco vivranno il loro momento di splendore con l'arrivo del sole e della bella stagione. E noi non vogliamo farci cogliere impreparate, vero?

 

Scopriamo allora i segreti della buona cura per le nostre care estremità.


    Per prima cosa, togliete ogni traccia di smalto dalle unghie. E' inutile che scegliate solventi privi di acetone nella speranza che siano meno dannosi: purtroppo per sciogliere una vernice – e lo smalto lo è – qualunque sostanza deve essere aggressiva. Quindi avrà un impatto disidratante sulle unghie e sulle cuticole. Per tamponare questo inconveniente, ungete le unghie con un olio vegetale. Quello d'oliva va benissimo, ma se non vi piace l'aroma, optate su quello di semi di girasole o di vinaccioli, quasi inodori. Massaggiate bene, insistendo sulle pellicine attorno all'unghia.


    Ora potete procedere alla limatura, per ottenere la forma desiderata. Se avete dita lunghe e mani affusolate, scegliete una forma squadrata, altrimenti ovale, arrotondata. Per i piedi, attente a non limare troppo gli angoli: rischiate che l'unghia, ricrescendo, si incarnisca.


    E' arrivato il momento di ammorbidire. Per farlo, immergete le dita in acqua calda. Alle mani bastano tre minuti, mentre per i piedi i tempi si allungano, a causa della pelle più spessa. Cogliete l'occasione per un pediluvio rilassante. Unite all'acqua calda un pugno di sale grosso da cucina e qualche goccia di olio essenziale a selta (due oli adatti: la lavanda rilassante, il tea tree antibatterico). Trascorso il tempo che ritenete necessario, strofinate i talloni, l'esterno dell'alluce e in generale tutte le parti dove sono presenti callosità, con lima apposita, o pietra pomice.


Spingete in basso, con un bastoncino di legno d'arancio, le cuticole nelle mani, molto delicatamente. Non tagliatele, togliereste nutrimento all'unghia!    


    Dopo esservi asciugate perfettamente, potete stendere la vostra crema idratante. Evitate quelle che contengono petrolatum, paraffinum liquidum, vaselina: sono derivati del petrolio che non hanno niente a che vedere con la pelle. Anche quelle con troppa glicerina non sono adatte, in quanto potrebbero disidratare l'epidermide, anzichè idratarla come promettono. Se avete dei dubbi, il caro olio usato precedentemente sulle cuticole va benone anche su mani e piedi. Basta stenderne pochissimo sulla pelle ancora un po' umida, massaggiare bene, e tamponare gli eccessi con una velina.


    Infine, un ultimo suggerimento per chi ha unghie molto fragili che si spezzano o si sfaldano: massaggiatele ogni sera prima di dormire con olio d'oliva, oppure olio di germe di grano, ricchi di vitamina E. Provate anche un impacco a base di olio d'oliva con succo di limone, scaldato leggermente, nel quale immergerete la punta delle dita per cinque minuti, almeno una volta alla settimana.