Datevi un "tono"!

Ovvero come scegliere il fondotinta.

Barbara Righini, La Rete, Anno II n. 4(16) - febbraio 2006


Vi siete mai domandate perché alcuni fondotinta fanno sembrare il colore del vostro viso rosa innaturale, mentre altri giallino malaticcio, e viceversa?

Trovare il fondotinta che si armonizzi perfettamente con la tonalità della vostra pelle non è soltanto questione di intensità, ovvero di colore più o meno scuro, ma soprattutto di “sottotono”. In altre parole, l’epidermide tende naturalmente ad assumere una sfumatura giallina, rosata o neutra, a seconda della quantità di due sostanze naturalmente presenti nella pelle, ovvero melanina e carotene, e della loro combinazione.

Per scoprire a quale categoria appartenete, ci sono alcuni trucchi:

1) Struccate, con i capelli tirati indietro, guardatevi allo specchio sotto la luce del sole (potete mettervi davanti alla finestra). Avvicinate alla faccia prima un panno giallo, e successivamente uno rosa. Uno dei due vi farà sembrare pallida, l’altro radiosa. Se vi dona il giallo, la vostra pelle ha un sottotono giallo, viceversa rosa. Se vi donano entrambi allo stesso modo, siete tra le poche fortunate ad avere una carnagione perfettamente neutra: sceglierete quindi una base beige senza nessuna dominante.

2) Guardatevi le vene dei polsi: tendono al verde o al blu? Se al verde, la vostra pelle ha un sottotono giallo, altrimenti rosa.

3) Sempre davanti allo specchio, abbassatevi le palpebre: se l’interno tende al grigio/rosa appartenete ai sottotoni rosati, se tende al giallino a quelli gialli.

Un’eccezione a queste categorie è rappresentata dalle pelli olivastre, che si abbronzano facilmente e hanno una lieve sfumatura grigiastra.

Ora che avete scoperto il colore dominante del vostro incarnato, potete scegliere il fondotinta adatto, che dovrà fondersi con la vostra pelle in modo uniforme, esaltandone la luminosità. Non scegliete mai un tono più scuro del vostro, se non volete dimostrare qualche anno in più! Non sceglietelo nemmeno più chiaro, a meno che non siate amanti del gothic-style. Soprattutto, sfumatelo bene in modo che non si evidenzino differenze cromatiche tra viso e collo. Se queste continuassero ad esserci nonostante una stesura perfetta, significherebbe che il colore non è quello giusto.

Per quanto riguardo il resto del make up, scegliete colori “caldi” come ocra, prugna, pesca, salmone, oro – se la pelle è a predominante gialla; colori “freddi” come azzurro, argento, lilla – se è rosa. Le pelli olivastre potranno osare colori accesi e vivaci come viola, amaranto, verde muschio.

Le più fortunate restano sempre le donne dalla carnagione neutra, che indosseranno qualunque colore scegliendo unicamente in base all’umore.